Benvenuti!

13/104 è il numero magico, e ora? E ora è tutto da scoprire, sicuramente il meglio arriva da adesso in poi... Buona lettura!


mercoledì 2 novembre 2011

Il puzzle

Una delle mie grandi passioni di bambina erano i puzzle. Grandi, colorati e complicati, rimanevo per ore a cercare l'incastro esatto per vedere l'immagine che a poco a poco si componeva davanti ai miei occhi, per lasciar scivolare la mano sul lucido del cartone semiplastificato, per scrutarne i dettagli. Ricordo che avevo una tecnica molto efficace: osservavo con attenzione l'immagine da comporre dalla copertina della scatola per cogliere ogni sfumatura di colore, poi dividevo i pezzi in lunghi e corti e cominciavo a cercare l'incastro da quelli con il colore meno presente nella foto, quindi più facili da individuare e montare. Cercavo poi di creare altri due tre nuclei di pezzi di immagine e progressivamente collegavo queste parti principali allargandole sempre di più. Ogni tanto, per spezzare una procedura talvolta monotona, assemblavo i pezzi della cornice, fino a completarlo tutto. Ho composto puzzle di 2.500-3.000 pezzi, un buon livello direi!
Adesso che sono adulta (...?) non ho più molto tempo da dedicare ai puzzle purtroppo, però vedo che quel passatempo non è stato inutile, adesso che il mio lavoro è un continuo montare puzzle, mettere insieme pezzi diversi, cercare l'incastro, conciliare... E alla fine ricostruire il quadro!
Bene, tutto bello, si... Tranne quando ti accorgi, come me in questo momento, che manca sempre qualche pezzo!

2 commenti:

  1. mi piace chiamarlo come si scrive,
    ciao f

    RispondiElimina
  2. E ma anche "pazza per il pazzle" non è male!

    RispondiElimina